Incontri con l’Autore – Emma Dante

Presentazione

Una piacevole conversazione con Emma Dante per cercare di capire i retroscena del lavoro cinematografico quando questo deve confrontarsi con le Opereo liriche o gli spettacoli musicali. Quale progettualità registica, quali strategie per rendere filmico ciò che filmico non è?

Un interessante viaggio attraverso il “dietro le quinte” di un mondo che si stenta ad immaginare se non comunicato in prima persona da chi lo vive quotidianamente.

Emma Dante

Emma Dante nasce a Palermo sotto il segno dell’Ariete, il 6 aprile del 1967. Si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, a Roma, nel 1990. Nel 1999, invece, costituisce nella sua città la compagnia Sud Costa Occidentale, insieme alla quale vince il premio Scenario 2001 (con il progetto “mPalermu”) e il premio Ubu 2002 come novità italiana.

Sempre nel 2001 vince anche il premio Lo Straniero come giovane regista emergente, mentre due anni dopo, nel 2003, riceve un altro premio Ubu, con lo spettacolo “Carnezzeria”, come migliore novità italiana, e nel 2004 il premio Gassman come migliore regista italiana e il premio della critica (Associazione Nazionale Critici del Teatro) per la drammaturgia e la regia. Ancora, nel 2005, fa suo il premio Golden Graal come migliore regista per lo spettacolo “Medea”.

Nella sua carriera, Emma Dante spazia tra teatro, letteratura e cinema, producendo diverse opere ed essere anima di tanti lavori. Pubblica “Carnezzeria. Trilogia della famiglia siciliana” con una prefazione di Andrea Camilleri nel 2007, mentre il suo primo romanzo “Via Castellana Bandiera” esce nel 2008 e vince il premio Vittorini e il Super Vittorini 2009. Nell’ottobre del 2009 le viene assegnato il premio Sinopoli per la cultura.

Sempre nel 2009, ma nel mese di dicembre, Emma inaugura la stagione del Teatro alla Scala di Milano con la regia di Carmen di Bizet diretta da Daniel Barenboim. Dal gennaio del 2011 gira in Italia lo spettacolo “La trilogia degli occhiali“, che consta di tre capitoli (Acquasanta, Il Castello della Zisa e Ballarini).

Debutta nel 2012 a Parigi “La muta di Portici”, che vince il premio Abbiati nel 2014. Nel mese di ottobre del 2012 debutta a Vicenza “Verso Medea”, mentre l’anno successivo Emma Dante presenta il film Via Castellana Bandiera in concorso alla 70esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia (Elena Cotta vince la Coppa Volpi come migliore interprete femminile).

Via Castellana Bandiera vince numerosi premi: Premio Soundtrack alla miglior colonna sonora; Premio Navicella, attribuito dalla Rivista del Cinematografo; Premio Lina Mangiacapre.

Nel mese di gennaio del 2014 Emma Dante inaugura la stagione del Teatro Massimo di Palermo con Feuersnot di Richard Strauss con la direzione di Gabriele Ferro e, nello stesso anno, riceve l’incarico biennale di direttrice artistica del 67esimo ciclo di spettacoli classici al teatro Olimpico di Vicenza. Debutta anche al teatro Mercadante di NapoliLe sorelle Macaluso“, che vince il premio Le Maschere come miglior spettacolo dell’anno e il Premio della critica 2014. Sempre con Le sorelle Macaluso, la regista siciliana vince il premio Ubu per la regia e il premio Ubu per il miglior spettacolo 2014.

Diviene, nel frattempo, regista principale al Teatro Biondo, e direttrice della “Scuola dei mestieri dello spettacolo“, costituita all’interno del teatro stabile della città di Palermo. Alla fine del primo corso della scuola da lei diretta nasce lo spettacolo Odissea A/R, che va in tournèe nei più importanti teatri d’Italia.

I riconoscimenti per Emma Dante non finiscono qui, perché fa suo anche il premio De Sica per il teatro e il premio Ipazia all’eccellenza femminile. A gennaio del 2015 e in quello del 2017 inaugura la stagione del teatro Massimo, nel 2016 firma la regia de La Cenerentola di Rossini al Teatro dell’Opera di Roma.

Sempre nel 2017 debutta al teatro Strehler di Milano Bestie di scena, mentre a Bologna debutta al teatro Comunale il dittico Voix Humaine e Cavalleria Rusticana. Le opere di Emma Dante continuano a debuttare in diversi teatri e la stessa regista è presente in diversi lavori.

A marzo del 2019 Emma Dante gira la sua seconda opera cinematografica, Le sorelle Macaluso, che partecipa alla 77esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia (2020). Vince il Premio Pasinetti per il miglior film e per la migliore interpretazione femminile all’intero cast.

Presentazione del progetto

L’idea di coinvolgimento di CINEMAZERO nella realizzazione del progetto parte dalla volontà di ampliare il settore delle espressività artistiche da quelle prettamente musicali, consone all’identità di BAROCCO EUROPEO, a quello della cinematografia, intesa però nella specificità di prodotti rivolti al mondo musicale. Si è pertanto pensato di coinvolgere nel progetto i registi Marco Tullio Giordana, Emma Dante, Roberto Andò e Barbara Napolitano, registi di importante rilievo nazionale, che nella loro carriera hanno prodotto regie filmiche d’Opere Liriche e che guideranno il pubblico nello scoprire questo particolare settore della  filmografia. Negli incontri si tratterà il tema della regia di prodotti musicali pensati per il Teatro, ma ripensati in chiave moderna e secondo una visione del tutto inedita, prodotti che consentono per di più una fruizione “oltre” l’evento stesso, attraverso la distribuzione su piattaforme di broadcasting nazionali ed estere, per un utilizzo dilatato nel tempo e nello spazio. Moderatore degli eventi, oltre ai referenti di CINEMAZERO ci sarà Anton Giulio Priolo, il fondatore della Società cinematograca romana TREETONE, che è stata tramite per la collocazione su RAI5 e RAI Play dei concerti e degli spettacoli prodotti da BAROCCO EUROPEO nel corso degli anni.

Al termine di ciascun incontro ci sarà la proiezione di un film del regista ospite.

Prossimi eventi

17 Mag 2024 Ore 11:00

La serva padrona – G.B.Pergolesi

BAROCCO EUROPEO
Teatro Zancanaro
Viale Pietro Zancanaro, 2, 33077 Sacile PN
Ingresso Libero
Vai al programma
17 Mag 2024 Ore 21:00

La serva padrona – G.B.Pergolesi

BAROCCO EUROPEO
Teatro Zancanaro
Viale Pietro Zancanaro, 2, 33077 Sacile PN
Ingresso Libero
Vai al programma