Spettacolo LA VEDOVA INGEGNOSA di Giuseppe Sellitti

Intermezzo settecentesco con protagonisti i vincitori del Concorso Vocale 2022!

Ideazione Donatella Busetto
Regia Cesare Scarton
Supervizione vocale e stilistica  Sara Mingardo

Cristina Neri, Drusilla
Patrizio La Placa, Strabone

Orchestra del Cenacolo Musicale
Direzione musicale Donatella Busetto

Depliant sfogliabile su Calamèo

Deplant di sala scaricabile da qui

La nuova creazione del Laboratorio per l’Opera Barocca vede la messa in scena dell’Intermezzo buffo LA VEDOVA INGEGNOSA di Giuseppe Sellitti.

L’attività di BAROCCO EUROPEO procede quindi nell’intento di riproporre al grande pubblico il particolare repertorio dell’Opera Barocca nella sua forma dell’Intermezzo, genere concepito ad intercalar degli Atti delle Opere Serie e che spesso nasceva dalla stessa penna del compositore di quest’ultime.

Volto a creare parentesi “divergenti” all’interno delle trame eroiche o epiche delle Opere Serie, l’intermezzo viveva di gag, equivoci, personaggi del tutto tratti dalla realtà comune, in cui tutti potevano rispecchiarsi e offriva al pubblico quella dimensione comica e irriverente che sarà poi ripresa più tardi nella vera e propria Opera Buffa.

L’ulteriore e più distintivo obiettivo di questo progetto è il tentativo di rinnovare l’Opera Barocca, per una più efficace veicolazione, calandola in una regia attualizzante, ad opera del regista Cesare Scarton, e immergendola in una accattivante scenografia digitale di MEDIA arts.

A tal scopo la collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Venezia e i giovani allievi della Sezione Nuove Tecnologie per l’Arte diventa un contributo essenziale e fondante del progetto conferendo al prodotto finale quell’aura di freschezza e novità, pronta a fa piazza pulita di tutti gli stereotipi che accora avvolgono questo magnifico repertorio.

Nei panni dei due protagonisti vedremo due giovanissimi cantanti: la vincitrice del Concorso Vocale indetto proprio per questo allestimento, il soprano Cristina Neri corrisposta nell’azione scenica dal baritono Patrizio La Placa.

Il supporto musicale sarà garantito dall’ensemble orchestrale del Cenacolo Musicale, con la concertazione di Donatella Busetto, ideatrice di tutto il progetto.

 

Lo spettacolo avrà preventiva registrazione audio-video al fine di realizzare un prodotto utile alla sua diffusione e alla sua ulteriore fruizione attraverso le piattaforme nazionali di RAI 5. RAI Cultura, RAIPlay e internazionali quali ARTE’, RSI(Radio Televisione Svizzera), ORF (TV austriaca), ZDF/ARD (TV tedesca), MEDICI TV, BBC, SKY CLASSICA HD (ch. 136 del satellite), ITSART (la nuova piattaforma culturale fondata dal Ministro Franceschini per il MIBACT).

Lo spettacolo LA VEDOVA INGEGNOSA è inserito negli eventi programmati in vista di GO! Gorizia 2025 ed è realizzato in collaborazione e in parternariato con il Comune di Gorizia.

 

La trama racconta di Drusilla, una giovane donna decisa a dar fine al suo stato di vedovanza, prendendo di mira quello che sembra essere un buon partito, il nuovo sedicente medico, Strabone, da poco arrivato in città.

Si finge pertanto ammalata per raccogliere le sue attenzioni e tentare di ammaliarlo. Ma…non sarà così facile e saranno numerosi gli stratagemmi che dovrà utilizzare per convincerlo al matrimonio…

Travestimenti, fraintendimenti, gags, accuse e controaccuse, duelli e tutti gli scenari della commedia dell’Arte, per un lieto fine.

 

Presentazione

Produzione 2022 BAROCCO EUROPEO- Orchestra del Cenacolo Musicale.

Lo spettacolo sarà inserito negli eventi di raccordo verso le celebrazioni di Gorizia Capitale Culturale Europea del 2025.
Prima della sua realizzazione in presenza del pubblico, lo spettacolo sarà oggetto di video-re­gistrazione, confezionando un prodotto di taglio cinematografico, utile alla sua collocazione all’interno delle piattaforme qualiRAl5, RAl3, RAI Storia e RAI Scuola, ARTE; RSI, ORF, SKY CLASSI­CA HD, ITSART,

Regia Cesare Scarton

Cesare Scarton – Regia
Si e diplomato in Regia lirica e teatrale presso ii Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma e laureato in Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo presso l’Universita deg Ii Studi di Bologna. Ha fatto parte della direzione artistica di importanti manifestazioni internazionali tra le quali la Sagra Musicale Umbra, le Panatenee (Pompei, Agrigento, Capri), ii Verdi Festival di Parma. Dai 2012 e direttore artistico del Reate Festival di Rieti. Presso la Fondazione Rossini di Pesaro e direttore delle collane «lconografia rossiniana», «I libretti di Rossini», «Saggi e Fonti». Ha curato, fra le altre, le regie di II matrimonio segreto di Cimarosa, Lo scoiattolo in gamba di Rota, Cosi fan tutte di Mozart, La piccola volpe astuta di Janacek, L’heure espagnole di Ravel, Gianni Schicchi di Puccini, L’impresario in angustie di Cimarosa (Accademia Nazionale di Santa Cecilia, registrate in dvd da lnfocarnere); II re pastore di Mozart e Nina ossia La pazza per amore di Paisiello (Festival Le notti di Villa Mondragone); La serva padrona di Pergolesi (Roma, Vilnius, Riga, Tallinn, Kiev, Budapest); L’elisir d’amore di Donizetti e L’italiana in Algeri di Rossini (Teatro Marrucino, Chieti); La Cenerentola di Rossini (Teatro Brancaccio, Roma); Hanjo di Panni, prima esecuzione assoluta (Associazione Nuova Consonanza): dvd a cura di Ema Vinci Records e trasmesso da Sky Classica; Brundibar di Krasa e The little sweep di Britten (Teatro dell’Opera, Roma); Fadwa di Scarlato e La stanza di Lena di Carnini (Accademia Filarmonica Romana, prime esecuzioni assolute); L’incoronazione di Poppea e L’Orfeo di Monteverdi (Teatro Due, Roma). Con Fabio Biondi ed Europa Galante ha messo in scena Anna Bolena di Donizetti, registrata in dvd da Dynamic e trasmessa da Sky Classica, e II barbiere di Siviglia di Paisiello. Ha inoltre curato la regia di Un’infinita primavera attendo di Cappelletto e Carnini (Accademia Filarmonica Romana, prima esecuzione assoluta): dvd a cura dell’ lstituto dell’Enciclopedia ltaliana; Anna e Zef, su musica di Monique Krus, prima esecuzione italiana (Accademia Nazionale di Santa Cecilia, in coproduzione con la Nederlands Philharmonic. Degne di nota le regie di I due timidi e La notte di un nevrastenico di Nino Rota (Teatro Flavio Vespasiano, Rieti): dvd a cura di Dynamic; Combattimenti, composto da Orazi e Curiazi di Battistelli, Combattimento di Tancredi e Clorinda di Monteverdi, Tancredi appresso ii Combattimento di Ambrosini (prima esecuzione assoluta; Associazione Nuova Consonanza); La scuola di guida di Rota, II telefono di Menotti, Bach Haus di dall’Ongaro: dvd a cura di Ema Vinci Records (Teatro Flavio Vespasiano, Rieti). Da ricordare gli allestimenti di Polidoro di Lotti (prima ripresa mondiale, Teatro Olimpico, Vicenza) e II ritorno di Ulisse in patria di Monteverdi (Teatro di Villa Torlonia; prima esecuzione a Roma) e di recente II giudizio di Paride di Panni (Teatro Palladium, Roma). Ha ideate la drammaturgia de La traviata tra Verdi e Dumas, narrata da Renata Scotto e letta da Milena Vukotic; Cajkovskij e Madame von Meck con Sonia Bergamasco e Giulio Scarpati (Musei Vaticani, Citta del Vaticano) e Gala Beethoven con Tommaso Ragno: ambedue i progetti realizzati con !’Orchestra dell’Acca­demia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano. Per Anna Proclemer ha scritto e messo in scena ii monologo Anna dei Pianoforti da Alberto Savinio, rappresentato, tra l’altro, a Roma (Teatro Argentina), Milano (Piccolo Teatro), Firenze (Teatro della Pergola, Maggio Musica­le Fiorentino), Palermo (Teatro Biondo).

Prossimi eventi

07 Dic 2022 Ore 20:30

SOTTO l’OMBRA DI UN FAGGIO

BAROCCO EUROPEO
Sala Abbaziale
Sesto al Reghena, PN