Spettacolo ARS VULGARIS

ARS VULGARIS, dal latino Ars - l'arte o disciplina intesa come conoscenza

Presentazione

ARS VULGARIS, dal latino Ars – l’arte o disciplina intesa come conoscenza; e Vulgaris – del volgo, del popolo, e ii risultato dell’appassionata ricerca di equili­brio tra classicita e provocazione, tra stili colti e linguaggi di trasmissione orale che hanno contraddistinto le produzioni musicali in volgare.
II progetto e dedicato alle popolazioni multietniche la cui produzione artistica non sempre e stata riconosciuta dalla cultura dominante, e cio nonostante ha saputo preservare uno stile proprio ed una capacita unica di commuovere le persone sensibili alla bellezza racchiusa nell’autenticità.

ARS VULGARIS danza al ritmo delle storie, a volte dimenticate di queste popola­zioni ed allo stesso tempo ne immagina di nuove in grado di dialogare con gli stili di compositori come Vivaldi, Scarlatti o Bach.
II suono di ARS VULGARIS ci fara viaggiare per ii Mediterraneo, l’Europa dell’Est, i Balcani, ii Medio Oriente, l’Asia Centrale e l’Africa, cul la della civilta.

Programma

Farewell To Shabbat

Anonimus –  Barcelona 1012 (oud)

El Lobo del bosque

Hicaz Onbirli

Secuencia nº2

Scarlatti’s sonata K.98 & improvisation

Introduction, Čoček and variations

Sequenza Nº 3

Waltz for Pinto

Largo – Siciliana from Vivaldi’s Concerto Grosso RV565

Sueños

Sequenza Nº 4

Esecutori

Robindro Nikolic, clarinetto e duduk

Francesco Savoretti, percussioni

Elias Nardi, Oud

Vladimir Bogdanovic- violoncello,

Nenad Jovic- contrabbasso,

Jonut Podgo­reanu – corno,

Florian Podrogeanu – pianoforte e clavicembalo

Curriculum

Francesco Savoretti
La ricerca continua delle sonorita e l’attenzione verso le dinamiche esecutive sono gli aspetti piu rilevanti che contraddistinguono ii suo stile. E’ Cosi che La buona esecuzione e dimestichezza con le tecniche dei tamburi a cornice sono esaltate dal suo personale percorso verso una originale ricerca sonora. Questa sua peculiarita lo porta spesso a lavorare con set multiperc.ussivi e ad esplorare generi musicali diversi : World music, Contemporanea, Ethno ja􀀠 Early Music. Condivide ii palco con importanti artisti Stranieri ed ltaliani: Mike Rossi (South Africa)), Claus Boesser-Ferrari ( Ger), Heiko Plank (Ger), Sandor Szabo (Ungh), Elizabeth Swados (USA), Cary Gant (USA), Heaater Paawue (USA), Glen Velez (USA), Ross Daly (GR), Kelly Thoma(GR), Moni Ovadia, Davide Riondino, Dario Vergassola, Rocco Papaleo, Erri De Luca, Riccardo Tesi, Luca Ciarla, Eugenio Bennato, Carmine loanna, Roy Paci, Micrologus, Goffredo Deg Ii Esposti, Gabriele Russo, Patrizia Bovi, Mario Arcari, Gabriele Cohen, Giovanni Palombo ,Alessandro D’Alessandro, Marco Colonna, Carlo Maver, Peppe Frana, Robindro Nikolic,, Nidi D’Arac,, Giovanni Seneca, Carlo La Manna, Andrea Costa, Gionata Costa (Quinto Rigo). Partecipa ad importanti Festivals e rassegne Nazionali ed lnternazionali: AMUZ Festival di Anversa, Casa De La Cultura di Santiago De Compostela con i Micrologus, Festival Del Barocco Europeo con Simone Vatlerotonda, Adriatico Mediterra­neo Festival, Ravenna Festival, Spoleto Festival , Emilia Romagna Festival, Festival delle Tradizioni di Vicenza,Musicultura World Festival Finisterre
Robrindo Nikolic
Nato e cresciuto a Belgrado (Serbia) nel 1982 in una famiglia indiano-serba. la diversita multietnica all’interno della famiglia ha creato ii primo di molti incontri che lo hanno plasmato musicalmente, personalmente e inizialmente ha ispirato i suoi interessi e la ricerca dell’ignoto.
Dopo essersi diplomata alla scuola di musica di Belgrado, atl’eta di 20 anni ha lasciato per studiare musica classica all’Universita Mozarteum di Salisburgo – Austria dove ha vissuto e lavorato per otto anni. Essendo l’epicentro della vecchia scuola dassica e romantica tedesca e austriaca, e dopotutto una citta barocca, Salisburgo ha lasciato un segno chiaro nella sua educazione musicale come qualcosa di molto diverso ma complementare all’eredita serba e indiana. Dopo alcuni anni di studio detla musica classica e nel frattempo mantenendo ii contatto con altri generi musicali, ha avuto la fortuna di entrare nell’Orchestra UBS di Verbier e nell’orchestra da camera del festival di Verbier e avere l’opportunita di esibirsi con artisti come Zubin Mehta, Charles Dutoit, Esa­Pekka Salonen, Mikha·11 Pletnev, Sir Andrew Davis, Manfred Honeck, Dennis Russell Davies, Gabor Takacs-Nagy Marta Argerich, Anne-Sophie Mutter, Evgeny Kissin, le sorelle labeque e molti altri. La stagione si e conclusa con un tour negli USA e in Europa con Marta Argerich e Charles Dutoit (Avery Fisher Hall del Lincoln Center – New York, Walt Disney Concert Hall – Los Angeles, Harris TI1eatre – Chicago, Jones Hall – Houston, Teatro Carlo Felice – Genova, Tonhalle – Zurigo, Konserthuset – Stocco Ima, Tonhalle – Dusseldorf, Lyon Opera, Mozarteum Hall- Salisburgo, Schlos Elrnau, Lussemburgo, ecc.). Dopo questa esperienu unica come successiva influenza significativa e arrivata una collaborazione con la Scuola Sperimentale di Danza di Salisburgo (SEAD), incentrata sull’improwisazione, la composizione e ii rnovimento risultanti con due tournee in India (2009 e 2010). Si e laureato atl’Universita Mozarteum nel 2010 netla dasse di Alois Brandhofer ottenendo ii massimo dei voti. Dopo la la urea, si trasferisce a Barcellona e inizia ad arricchire la sua esperienza con diversi generi musicali ma continua ad esibirsi regolarmente come musicista dassico
(musica da camerae recital da solista), esibendosi occasionalmente con l’OBC (Orquesta Sinfonica de Barcelona y Nacional de Catalunya) e altre orchestre del paese.11 suo soggiorno a Barcellona e piu recentemente in Italia ha portato alla creazione di progetti come Ars Vulgaris, Estacion del Este, Balkan Madness Orchestra, Barcelona Gipsy Klezrner Orchestra (BGKO), Eastern Chamber, Architerraneo, Transit Trio, Nomad Quartet e molte diverse collaborazioni in Spagna e Italia. Si esibisce occasionalmente come rnusicista d’orchestra che include diversi concerti con solisti da camera di Salisburgo, OJC (Orquesta sinfonica Julia Carbonell de les terres de Lleida) e OBC (Orquestra Simfonica de Barcelona y Nacional de Catalunya), Orquesta di Roma. Dai 2015 prosegue gli studi di repertorio per clarinetto con Calogero Palermo (Opera di Roma). II suo repertorio cornprende jazz, musica mediterranea e mediorientale, musica indiana, klezrner, musica dell’est europeo, musica antica e soprattutto rnusica classica e contemporanea.

Prossimi eventi

28 Mag 2022 Ore 18:30

ANTONIO VALENTE – Intavolatura de cimbalo, 1576

BAROCCO EUROPEO
Ex Chiesa di San Gregorio
Via Giuseppe Garibaldi, 33077 Sacile PN
19 Giu 2022 Ore 21:00

BATTENTE MEDITERRANEA – Giovanni Seneca Quartetto

BAROCCO EUROPEO
Ex Chiesa di San Gregorio
Corso Garibaldi, 33077 Sacile PN